LE 4 COSE DA VEDERE A PISTICCI

LE 4 COSE DA VEDERE A PISTICCI

Circondata da un paesaggio lunare, Pisticci è la “città bianca” dalle candide casette dai tetti rossi tutte allineate su lunghe file che costituiscono la rarità urbanistica dal suggestivo rione Dirupo, incluso nell’elenco delle “100 Meraviglie d’Italia da salvaguardare”. Tra i maggiori luoghi di interesse troviamo:

CHIESA MADRE

Il principale luogo di culto del comune di Pisticci (MT) è la chiesa madre dedicata ai Santi Pietro e Paolo. L’attuale monumento religioso, la cui edificazione fu completata nel 1542, sorge sui resti di un’antica chiesa del 1212, di quest’ultima sono ancora conservati il campanile e parte del cornicione. La struttura, in stile romanico-rinascimentale, si presenta a tre navate con una pianta a croce latina.

RIONE DIRUPO

Il nuovo rione prese significativamente il nome di Dirupo, a ricordo della frana.

 CASTELLO DI SAN BASILIO

Il castello di San Basilio è un castello costruito come masseria fortificata intorno al VII secolo dalla comunità monastica dei basiliani. L’imponente edificio si sviluppa intorno alla corte centrale, su cui si affacciano gli edifici principali, ospitanti il refettorio, la cucina, il dormitorio, l’archivio, la biblioteca, la chiesetta del XVII secolo e la sala capitolare.
Il complesso è dominato dalla grande torre quadrata del Re Ruggero, che la fece costruire, che risale alla prima metà dell’XI secolo e dalla cui sommità lo sguardo spazia su un territorio immenso comprendente tutto l’arco del golfo di Taranto.

TORRE DELL’ACQUEDOTTO
IL Torrione dell’acquedotto dell’Agri, risalente all’epoca fascista e fu realizzato nel 1930.
Si tratta di un serbatoio costruito per il fabbisogno idrico del paese, con adiacente un altro serbatoio più piccolo di asservimento a Montalbano Ionico.